Come gestire lo stress in fase adolescenziale? Cosa succede se si sbaglia strategia?

 

Adolescenti e stressLa maggior parte degli adolescenti si sente costantemente sotto stress. Ognuno ha il suo modo di affrontare i problemi, tuttavia un recente studio afferma che il tentativo di ignorare o comprimere le emozioni ha effetti negativi sulla salute, come ad esempio l’aumento della pressione sanguigna, l’aumento del peso ed una eccessiva risposta infiammatoria da parte del sistema immunitario.

I ricercatori hanno cercato di capire se lo stile di gestione dello stress cronico, da parte degli adolescenti, ha un effetto diretto sui vari processi metabolici e sul sistema immunitario.

Le principali strategie di gestione analizzate sono: la rivalutazione cognitiva (lo sforzo cognitivo che consiste nel cercare di vedere la situazione stressante da un punto di vista meno pessimistico e più costruttivo) ed il tentativo di sopprimere o inibire l’espressione delle emozioni.

I risultati indicano che, in un contesto di stress cronico, l’utilizzo della rivalutazione cognitiva (o Cognitive appraisal) ha portato a valori metabolici migliori (pressione sanguigna e rapporto vita-fianchi) e ad un minore processo infiammatorio da parte del sistema immunitario.

Questi risultati diventano estremamente significativi quando consideriamo che l’apprendimento delle principali tecniche di gestione dello stress è alla portata di tutti e, di contro, una cattiva gestione dei contesti stressanti può avere un impatto profondo sulla salute di adolescenti in fase di crescita.

I cambiamenti metabolici o l’iper attivazione del sistema immunitario non danneggiano il corpo nel breve periodo, ma nel corso degli anni o dei decenni possono fare la differenza tra la salute e la malattia.

Non è sempre possibile evitare o cancellare tutte le fonti di stress, è però possibile apprendere delle strategie migliori per essere più resilienti di fronte alle difficoltà.

Sebbene le ricerche abbiano spesso collegato lo stress cronico, durante il periodo dell’infanzia, con condizioni patologiche come la depressione, le malattie autoimmuni e le malattie cardiovascolari, poco si sa sul perché alcune persone soccombono mentre altre riescono a prosperare.

Da tempo una delle variabili indagate è la capacità di gestire strategie finalizzate alla regolazione delle emozioni.

Per capire meglio come queste strategie di regolazione emotiva influenzano il metabolismo i ricercatori hanno raccolto dati da 261 adolescenti di età compresa tra 13 e 16 anni.

I ricercatori hanno utilizzato interviste, test e questionari. Hanno misurato il rapporto vita-fianchi, la pressione sanguigna ed hanno registrato la reattività del sistema immunitario.

Per misurare la funzionalità immunitaria, i ricercatori hanno prelevato campioni di sangue da ciascun partecipante ed hanno esposto il sangue ad uno stimolo batterico – anche in presenza di una sostanza antinfiammatoria, l’idrocortisone – per vedere come le cellule immunitarie avrebbero risposto.

I ricercatori hanno scoperto che le cellule immunitarie degli adolescenti che non utilizzavano buone strategie di gestione dello stress tendevano a produrre più citochine pro-infiammatorie, molecole che segnalano la presenza di una minaccia nel corpo.

Le cellule di questi adolescenti hanno prodotto più citochine anche in presenza di idrocortisone, una sostanza anti-infiammatoria di solito efficace nel bloccare il processo infiammatorio.

Le citochine sono dei messaggeri che comunicano al resto del corpo che sono necessari i rinforzi per combattere un’infezione quindi, quando si ha un alto livello di citochine pro-infiammatorie, anche in presenza di anti-infiammatori, si può ipotizzare che il corpo sta montando una risposta infiammatoria eccessiva. È il sistema immunitario che smette di funzionare come dovrebbe.

Un errato stile di gestione dello stress si traduce quindi in danni fisici reali. È necessario imparare il prima possibile a gestire le emozioni e lo stress nel modo corretto o per dirla con parole migliori:

Cura i pensieri, diventeranno parole.
Cura le tue parole, diventano le tue azioni.
Cura le tue azioni perché diventeranno abitudini.
Cura le tue abitudini perché diventeranno il tuo carattere.
E cura il tuo carattere perché diventerà il tuo destino.
Quello che pensiamo, diventiamo.
Margaret Thatcher

Link Fonte

Dott. Leonardo Corsetti

Psicologo Psicoterapeuta. Sono specializzato in Terapia Familiare Sistemica e appassionato divoratore di pubblicazioni relative alla Psicologia Evoluzionistica e alle Neuroscienze. A partire da questi schemi concettuali tratto i principali disturbi psicologici come ansia, fobie, attacchi di panico, depressione ecc... sia in sedute individuali che di coppia o familiari. Il mio studio è a Macerata in Via Cincinelli n.41. Potete chiamarmi per un appuntamento al 3280031262 o inviarmi una mail all'indirizzo leonardo.corsetti@gmail.com

Lascia un commento