Curare ansia e depressione con il magnesio.

Curare la depressioneUn nuovo studio clinico suggerisce la possibilità di poter curare ansia e depressione lieve o moderata con il magnesio.

Curare ansia e depressione con una sostanza economica e senza rilevanti effetti collaterali è la speranza di quanti sono costretti a convivere con queste patologie ogni giorno.

Quindi, diciamolo subito, questo studio per quanto ottimistico ha tuttavia diverse lacune di tipo metodologico e statistico. Lacune che invitano a prendere i risultati con molta cautela ma che non devono scoraggiare ulteriori sperimentazioni in questa direzione.

350 milioni di persone in tutto il modo soffrono di depressione, e i costi per i trattamenti con SSRI (Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) sono elevati.

Ne consegue che una sperimentazione clinica su una sostanza innocua ed economica capace di alleviare i sintomi di depressione e ansia non può che attirare l’attenzione.

La nuova ricerca, pubblicata su PLoS One, afferma che il magnesio appare sicuro, efficace ed economico per trattare la depressione lieve e moderata. 

Cito testualmente:

Consumption of 248 mg of elemental MgCl2 daily for 6 weeks improved depression scores by a statistically and clinically significant mean of 6 points and anxiety by over 4 points.

E cioè, il consumo di 248 mg al giorno di Cloruro di Magnesio per sei settimane ha effetti statisticamente e clinicamente significativi sui sintomi di depressione (6 punti) e ansia (4 punti).

Il magnesio è un elemento chimico che, come molti altri, partecipa al mantenimento dell’omeostasi di molte funzioni corporee.

È importante nella regolazione del ritmo cardiaco, della pressione sanguigna e conferisce resistenza alle ossa. Svolge un ruolo nel contrastare le infiammazioni ed è dimostrato avere una correlazione con la depressione.

Tuttavia pochi studi si sono occupati di analizzare gli effetti conseguenti ad un integrazione di magnesio sui sintomi della depressione.

La recente ricerca dell’Università del Vermont condotta su un campione di 126 adulti ha dimostrato che il magnesio è sicuro ed efficace nel contrastare i sintomi della depressione al punto da poter essere paragonato alle cure con gli Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI).

I partecipanti allo studio, affetti da depressione lieve o moderata, hanno un’età media di 52 anni, e sono per il 38% di sesso maschile.

Il gruppo sperimentale, composto da soggetti scelti a caso, ha ricevuto 248 mg di magnesio al giorno per sei settimane, mentre il gruppo di controllo non ha ricevuto alcun trattamento.

 

Le valutazioni dei sintomi depressivi sono state condotte su tutti i partecipanti con una frequenza bisettimanale.

Gli effetti positivi conseguenti all’assunzione di magnesio si sono evidenziati rapidamente, nell’arco di due settimane, e gli integratori non hanno causato intolleranza nei pazienti.

Il magnesio è risultato efficace a prescindere da altri fattori come età, sesso, uso di antidepressivi ecc…

Questo è il primo test clinico randomizzato che prova gli effetti del magnesio sui sintomi di depressione ed ansia. I risultati sono molto incoraggianti, tuttavia sono necessari ulteriori studi su campioni più vasti e con metodologie più rigide.

I problemi metodologici più evidenti sono qui riassunti:

There was no placebo arm and randomization was not blinded for either the study team or the volunteer. The use of placebo and blinding are essential for a study that seeks to understand the mechanism of action of an intervention.

La ricerca non ha previsto il gruppo con placebo e il doppio cieco.

Whether magnesium works because it induces a physiological change in the subject, or only because of the placebo effect (or a combination of the two), it remains that subjects do report better levels of depression and anxiety when taking magnesium than when not.

E quindi non è dato sapere, al momento, se il magnesio ha avuto effetto per via dei modificazioni fisiologiche o “semplicemente” a causa dell’effetto placebo.

“Semplicemente” è virgolettato in quanto non è affatto semplice accettare l’idea che una sostanza possa curare a prescindere dai principi attivi in essa contenuti, ma solo per il fatto che la nostra mente la ritiene capace di effetti curativi.

L’effetto placebo è uno degli argomenti più interessanti per la psicologia, è la dimostrazione più evidente della capacità che ha la mente di modificare il corpo.

Link Fonte

Dott. Leonardo Corsetti

Psicologo Psicoterapeuta. Sono specializzato in Terapia Familiare Sistemica e appassionato divoratore di pubblicazioni relative alla Psicologia Evoluzionistica e alle Neuroscienze. A partire da questi schemi concettuali tratto i principali disturbi psicologici come ansia, fobie, attacchi di panico, depressione ecc... sia in sedute individuali che di coppia o familiari. Il mio studio è in Viale Martiri della Libertà, 28 a Macerata. Potete chiamarmi per un appuntamento al 328 00 31 262 o inviarmi una mail all'indirizzo leonardo.corsetti@gmail.com

Lascia un commento