Sei donna? Vuoi sposarti? Vuoi vivere a lungo? Allora scegli un uomo della tua stessa età!

Immagine di un grafico sul rapporto tra età degli sposi e spettative di vitaIl matrimonio è più vantaggioso per gli uomini che per le donne, almeno per quelli che vogliono vivere a lungo. Numerose ricerche hanno evidenziato che gli uomini con mogli più giovani vivono più a lungo.
Si è sempre dato per scontato che lo stesso valesse anche per le donne che scelgono compagni più giovani, ma un nuovo studio di Sven Drefahl del Max Planck Institute for Demographic Research (MPIDR) di Rostock, Germania, ha evidenziato che non è così.

Al contrario, dati alla mano, sembra che maggiore è la differenza di età tra la sposa e suo marito, sia esso più giovane o più vecchio, minore è l’aspettativa di vita della donna.

In cifre: se un uomo sceglie una donna di 7-9 anni più giovane aumenta le proprie aspettative di vita del 11%, se la donna sceglie un uomo di 7-9 anni più giovane diminuisce l’aspettativa di vita del 20%.

 

Scegliere una donna in relazione all’aspettativa di vita è facile per un uomo: più la donna è giovane e meglio è. Il rischio di mortalità per un marito più anziano dai sette ai nove anni rispetto a sua moglie si riduce dell’11% se confrontato con quello di un uomo che sposa una donna della sua stessa età.

Al contrario, statisticamente, un uomo muore prima quando è più giovane di sua moglie.

Per anni i ricercatori hanno dato per scontato questo dato fosse uguale per entrambi i sessi. Hanno ipotizzato che fosse in gioco il così detto “effetto salute”, che consiste nel fatto che chi può scegliere il partner più giovani lo fa in virtù di una migliore condizione di salute iniziale. Chi è più sano sceglie partner più giovani, e questo aumenta ancora di più le aspettative di vita.

Si è anche ipotizzato che una moglie più giovane possa avere un effetto psicologico e sociale positivo sul partner, contribuendo così a prolungarne la vita.

Utilizzando i dati provenienti da quasi due milioni di coppie Danesi, Drefahl è stato in grado di eliminare le carenze statistiche delle precedenti ricerche, e ha dimostrato che la scelta migliore per una donna è quello di sposare un uomo esattamente della stessa età, un marito più maturo accorcia la sua vita, tanto quanto un marito più giovane.

Secondo i dati dello studio di Drefahl, pubblicato sulla rivista Demography, le donne sposate ad un partner più giovane di loro di 7-9 anni hanno un rischio di mortalità del 20% maggiore rispetto a quante hanno sposato un uomo della stessa età.

Nonostante numerosi studi mostrano che le donne preferiscono di gran lunga partner della loro stessa età, la maggior parte di loro convola comunque a nozze con uomini più “vecchi”. Negli Stati Uniti in media lo sposo ha 2,3 anni di più della sposa.

È poco probabile che le donne traggano benefici sociali e psicologici da un marito più giovane, questo vantaggio sembra esistere solo per gli uomini.

Drefahl  ipotizza che ciò dipenda dalla qualità dei rapporti sociali: “In media gli uomini hanno un numero minore di rapporti sociali e soprattutto di minore qualità rispetto alle donne. Quindi, a differenza di quanto avviene per una sposa più giovane che supplisce a tale carenza, lo sposo non può contribuire molto ad allietare la vita di sua moglie più matura andando a fare lunghe passeggiate e chiacchierando fino a tardi perché la donna ha già sufficienti relazioni interpersonali per questo”.

Secondo questa ipotesi le donne non traggono beneficio dall’avere un partner più giovane, ma perché tale scelta sembra essere addirittura dannosa, al punto da ridurre sensibilmente l’aspettativa di vita?

“Una delle poche spiegazioni possibili è che le coppie con i mariti più giovani delle mogli violino delle norme sociali non scritte, e che le donne paghino il prezzo di tale devianza dalla norma in termini di isolamento e di minor supporto dal gruppo dei pari. Questo comporterebbe una vita meno felice e più stressante, con ricadute sulla salute e quindi sul tasso di mortalità”.

Va ricordato infine che, anche se le donne sembrano essere penalizzate da un matrimonio contratto con un uomo di età diversa dalla loro, rimane comunque vantaggioso sia per gli uomini che per le donne stabilire un legame fisso. Chi è sposato infatti sembra avere maggiori aspettative di vita rispetto a chi non lo è.

Fonte: Max-Planck-Gesellschaft (2010, May 12). Downside of marriage for women: The greater a wife’s age gap from her husband, the lower her life expectancy.

Dott. Leonardo Corsetti

Psicologo Psicoterapeuta. Sono specializzato in Terapia Familiare Sistemica e appassionato divoratore di pubblicazioni relative alla Psicologia Evoluzionistica e alle Neuroscienze. A partire da questi schemi concettuali tratto i principali disturbi psicologici come ansia, fobie, attacchi di panico, depressione ecc... sia in sedute individuali che di coppia o familiari. Il mio studio è in Viale Martiri della Libertà, 28 a Macerata. Potete chiamarmi per un appuntamento al 328 00 31 262 o inviarmi una mail all'indirizzo leonardo.corsetti@gmail.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento