Violenza sulle donne. Gli uomini più aggressivi sono quelli che hanno più paura.

Violenza-sulle-donne.jpgGli uomini che in coppia sono aggressivi e maschilisti spesso agiscono spinti dalla paura di non avere sufficiente potere all’interno della relazione sentimentale. Il senso di impotenza li spinge verso una maggiore aggressività.

Il sessismo è una forma di discriminazione basata sul genere.

A differenza del termine misoginia, che significa “odio verso le donne” e che rimanda a motivazioni di tipo psicologico, il termine sessismo, coniato dalle femministe statunitensi verso la fine degli anni Sessanta, vuole sottolineare il carattere sociale e politico della discriminazione.

Per sessismo ostile si intende la forma prevalente di sessismo, quella che si concretizza nella tendenza a svalutare ed a discriminare il genere femminile in tutti gli ambiti della vita sociale.

Un recente studio ha analizzato il legame tra il sessismo ostile e le dinamiche di potere tra uomini e donne che vivono in coppia.

Lo studio ha incluso 1.096 uomini e donne eterosessuali. Tutti i partecipanti, nel periodo della sperimentazione, erano impegnati in una relazione sentimentale.

Uomini e donne hanno completato un test per la valutazione dei loro sentimenti sessisti. Sono state valutate inoltre: la percezione di autonomia personale, i livelli di aggressività espressa, la percezione della propria capacità di influenzare i comportamenti e le opinioni del partner, ed il livello di soddisfazione e di sicurezza in riferimento al rapporto sentimentale.

Lo studio è stato diviso in quattro esperimenti separati, ognuno dei quali era progettato per far emergere specifici aspetti dello stile relazionale dei partecipanti. Sebbene ogni esperimento fosse leggermente diverso dagli altri, i risultati hanno portato alla medesima conclusione:

gli uomini caratterizzati da opinioni ed atteggiamenti sessisti, ostili ed aggressivi nei confronti delle donne tendevano costantemente a sottostimare il loro “potere” nelle dinamiche di coppia. La percezione di essere la parte “debole” della coppia li spingeva verso comportamenti aggressivi e squalificanti al fine di allontanare la paura di non avere il controllo.

L’aggressività, secondo i ricercatori, è dunque la conseguenza di un complesso di inferiorità piuttosto che del semplice desiderio di prevaricare l’altro.

L’uomo sessista e aggressivo cerca, con i suoi comportamenti scorretti, di ristabilire un equilibrio di coppia che percepisce (erroneamente) come sbilanciato a vantaggio della sua compagna.

Quando l’uomo (spaventato) diventa aggressivo e prevaricatore la donna tende a ritirarsi e a disinvestire nel rapporto. Ciò conferma i timori del maschio che a questo punto ottiene la “prova” della presunta inaffidabilità della sua compagna. Chiaramente questa dinamica si autoalimenta innescando un circolo vizioso di accuse e recriminazioni del quale è poi difficile identificare le vere cause.

Le dinamiche di potere non sono semplici nelle relazioni intime perché, anche nelle unioni migliori, entrambi i partner sono inevitabilmente dipendenti l’uno dall’altro. Nella coppia ci sono sempre due vittime e due carnefici.

Un ottimo punto di partenza per ridurre gli atteggiamenti aggressivi e sessisti consiste dunque nell’aiutare gli uomini a ridurre la loro paura di essere in balia dei capricci delle loro partner. Se l’aggressività è la conseguenza di una paura, e questo è quasi sempre vero anche in altri contesti, ridimensionare la percezione di pericoli inesistenti è il modo migliore per abbassare i livelli del conflitto.

Link Fonte

Dott. Leonardo Corsetti

Psicologo Psicoterapeuta. Sono specializzato in Terapia Familiare Sistemica e appassionato divoratore di pubblicazioni relative alla Psicologia Evoluzionistica e alle Neuroscienze. A partire da questi schemi concettuali tratto i principali disturbi psicologici come ansia, fobie, attacchi di panico, depressione ecc... sia in sedute individuali che di coppia o familiari. Il mio studio è a Macerata in Via Cincinelli n.41. Potete chiamarmi per un appuntamento al 3280031262 o inviarmi una mail all'indirizzo leonardo.corsetti@gmail.com

Lascia un commento