Conviene essere macho?

Disegno di un macho
Conviene manifestare atteggiamenti virili o essere modesti? E alle donne conviene essere direttive e dominanti o dolci e accoglienti?

Corinne A. Moss-Racusin, dottoranda presso il dipartimento di Psicologia di Rutgers, ha condotto un esperimento per esplorare le conseguenze, sia per gli uomini che per le donne, del comportarsi con modestia durante un colloquio di lavoro.
I risultati hanno mostrato che quando gli uomini mostravano modestia venivano giudicati "altrettanto preparati" degli altri, ma non venivano scelti.

La modestia veniva percepita come un sintomo di debolezza, un tratto caratteriale caratteristico di uno status sociale basso, in sostanza un handicap per le capacità occupazionali e lavorative di chi ne mostrava i segni.

 

Per le donne invece la modestia non sembrava legata a qualcosa di negativo ne veniva associata ad uno status sociale basso.

Afferma  Moss-Racusin:" Sia per gli uomini che per le donne ci sono cose che si possono fare e cose che al contrario non sono accettate: le donne devono essere conviviali ed orientate verso gli altri, ma non possono essere dominanti. Al contrario, il comportamento direttivo è riservato agli uomini e vietato alle donne. Le donne possono mostrare le loro debolezze, mentre questo aspetto è fortemente vietato agli uomini".

Lo studio è stato condotto su 132 donne e 100 uomini, tutti studenti volontari, che sono stati invitati a visionare e valutare un video di circa 15 minuti relativo a dei finti colloqui di lavoro. I colloqui riprendevano attori professionisti ai quali era stato chiesto di assumere atteggiamenti  di maggiore o minore modestia nel descrivere le stesse capacità professionali.

Dai dati è emerso che la discriminazione sociale nei confronti degli uomini che hanno mostrato un atteggiamento poco macho è stata minore rispetto a quella subita dalle donne che hanno evidenziato comportamenti di tipo direttivo.

Gli autori ipotizzano che ciò sia dovuto allo status sociale degli uomini , percepito come maggiore rispetto a quello delle donne. Questa differenza ha concesso loro il beneficio del dubbio,  in sostanza minore riprovazione sociale e maggiore tolleranza.

Fonte: Rutgers University (2010, July 31). Male modesty not appreciated by female or male interviewers, study suggests.