Disturbo post traumatico da stress: l'ormone dello stress può ridurre la sintomatologia.

Sindrome Post Traumatica da Stress
Chi ha sviluppato un Disturbo Post Traumatico da Stress ha maggiori probabilità di ammalarsi di patologie organiche e mentali.

Gravi incidenti stradali, aggressioni, attacchi terroristici ed eventi naturali come i terremoti sono solo alcuni esempi di ciò che spesso viene considerato "evento traumatico" ma, a volte, non è necessario un cataclisma per innescare una reazione post traumatica. Tutto ciò che viene percepito come gravemente minaccioso per l'incolumità fisica o mentale di un individuo può innescare una risposta difensiva sbilanciata da parte dell'organismo. Le patologie correlate con il Disturbo Post Traumatico da Stress possono essere psichiche o fisiche (ad esempio problemi cardiaci e cancro). Attualmente i trattamenti basati su farmaci e terapia psicologica in alcuni casi possono non essere sufficienti. Per quanto riguarda il sostegno psicologico è di fondamentale importanza un inizio precoce del trattamento ed una costanza assidua negli incontri, soprattutto durante la fase acuta immediatamente successiva all'evento stressante. I ricercatori dell'Universitat Autònoma de Barcelona hanno scoperto, in uno studio condotto su cavie (topi) ed esseri umani, che l'espressione del gene PPM1F, il quale codifica per la proteina fosfatasi 1f, è significativamente influenzata a seguito di eventi stressanti. La proteina fosfatasi  1F è un enzima che nell'uomo viene codificata dal gene PPM1F . Il gene PPM1F è spesso associato al disturbo post traumatico da stress, alla depressione e all'ansia. Stabilito che esiste un rapporto tra l'espressione del gene PPM1F e i disturbi psicologici conseguenti ad un evento stressante e che la somministrazione dell'ormone dello stress, poche ore dopo un evento traumatico, riduce la sintomatologia si è cercato di identificare il rapporto tra l'ormone dello stress e l'attività del gene PPM1F. I risultati dello studio confermano l'efficacia dell'ormone dello stress nel ridurre la sintomatologia ansiosa e depressiva ma soprattutto evidenziano che questa è probabilmente dovuta alla capacità, da parte dell'ormone dello stress, di inibire i cambiamenti nell'attività del gene PPM1F. Link Fonte