Sesso e infedeltà nel mondo virtuale.

Incontri online
Il modo con il quale iniziamo e sviluppiamo, una relazione sentimentale con altre persone è cambiato drammaticamente nel corso degli ultimi venti anni, soprattutto a causa della sempre maggiore diffusione di strumenti come il computer, le videocamere e i telefoni cellulari.

Questi strumenti hanno avuto un impatto significativo sulla nostra vita sociale, e quindi anche sul comportamento relazionale legato alla sfera sessuale. Ai giorni nostri, Internet è il posto dove molte persone vanno per trovare partner sessuali.

Un nuovo fenomeno che si sta sviluppando in rete è quello che viene definito “Sexting”, cioè adulti consenzienti che si scambiano fotografie sessuali o testi con riferimenti spinti nel campo della sfera sessuale allo scopo di intraprendere relazioni emotivamente sempre più coinvolgenti.

Ciò rende l'infedeltà, almeno quella virtuale, molto più facile che in passato.

Allo scopo di esplorare in modo più approfondito questo nuovo comportamento, il Sexting, e più in generale le infedeltà sessuali alcuni ricercatori dell'Università del Nebraska hanno deciso di sottoporre delle interviste a chi usufruiva di un sito pensato appositamente per favorire gli incontri sessuali al di fuori del matrimonio.

Un totale di 5187 adulti hanno risposto alle domande relative all'uso di Internet, ai comportamenti sessuali, e a sentimenti e emozioni provate in relazione ai comportamenti sessuali agiti in Internet.

Gli autori erano particolarmente interessati al fenomeno del Sexting, delle chat on-line, e delle chat che dopo essere nate on-line continuavano nella vita reale attraverso sms o telefonate.

Le interviste sottoposte ai navigatori del sito per "infedeli" hanno dato i seguenti risultati:

le donne con maggiore probabilità, rispetto agli uomini, manifestavano comportamenti assimilabili alla Sexting.

Più di due terzi degli intervistati si è impegnato in una relazione on-line di tipo “serio”, ed oltre tre quarti ha “trasportato” la relazione nata in chat nella vita reale.

Inoltre, erano gli uomini più avanti con gli anni i soggetti maggiormente interessati a portare nella vita reale ciò che era nato nei social network.

I ricercatori analizzando i dati si sono accorti che gli intervistati erano interessati a trovare dei compagni nella vita reale, sia per semplici appuntamenti che per incontri sessuali, piuttosto che rimanere confinati al solo universo virtuale.

Gli autori suggeriscono che la tecnologia ha cambiato il modo con il quale le persone si cercano e si attraggono, ma i siti di social network rappresentano solo uno strumento con il quale le persone continuano a cercare compagni per condividere cose reali.

Sembra quasi che, ad un certo punto della relazione, noi abbiamo bisogno dell'aspetto fisico, del contatto, del faccia a faccia.

Fonte: Springer Science+Business Media (2011, June 20). Sexting and infidelity in cyberspace: Humans are still social creatures who need face-to-face contact, study finds.